Chiudere una fase della vita

cerrar una etapa de la vida end a stage of in life chiudere una fase della vita

Sfortunatamente, il tempo vola ed è un aprire e chiudere di ogni fase della vita. Ogni giorno vediamo come il tempo scorre lento attraverso i nostri occhi senza fretta, ma allo stesso tempo in modo accelerato.

Nel bene e nel male, è necessario concludere fasi della nostra vita. C’è stato un tempo in cui eri un ragazzino, ma a poco a poco hai dovuto imparare a maturare. Forse non ti piaceva molto invecchiare, ma se rimanessi con quel desiderio di essere eternamente giovane, vivresti frustrato, poiché non puoi fermare l’orologio della vita. Per questo bisogna saper far passare gli anni e avere il miglior atteggiamento possibile per i tempi a venire.

La giovinezza non è per sempre

Non devo cercare di essere giovane per tutta la vita, perché né la mia mente né il mio corpo sono gli stessi, e se qualcuno mi guarda, può dire che non sono aggiornato nella vita. Nel mio caso, in questo momento sono già sposato. Pertanto, ho una moglie di cui devo prendermi cura e non posso muovermi in modo irresponsabile. Passare dall’essere single al matrimonio è stata sicuramente una fase della vita che ho dovuto chiudere. Anche se l’importante non è quello che si lascia alle spalle, ma tutte le porte che si aprono in avanti.

Lo stesso con l’abbigliamento, perché è qualcosa che si evolve, e mantenere gli stessi vestiti di quando ero bambino non è un’opzione praticabile. Primo perché, a meno che non avessi un problema con gli ormoni della crescita, non mi starebbero più. In secondo luogo, perché sarebbe molto consumato e sarebbe molto fuori moda, pur dando una brutta impressione. “Come ti vedono ti trattano!”, disse Mirtha Legrand.

Tempo e chiudere una fase della vita

Anche se viaggiassimo nel tempo, la nostra percezione del passato sarebbe comunque qualcosa che è già accaduto. Poter vederlo e intervenire per cambiare le cose, oltre a creare un conflitto spazio-temporale, non cambierebbe il fatto e le sensazioni che una volta dovevamo attraversare. Soldi sprecati, un affare non fatto, un progetto fallito, un cuore spezzato… Quella di ieri è una fase passata e non tornerà più. Quindi, viviamo l’oggi nel miglior modo possibile, perché non sappiamo se domani ce ne sarà un altro domani, o almeno non nel modo in cui ci aspettiamo.

I nostri ricordi

Il tempo e tutto ciò che abbiamo nei nostri ricordi sono solo percezioni del passato. Chiudendo una fase della vita o reinventando noi stessi (se c’è una differenza), senza rendercene conto, stiamo creando un record nella nostra mente di quell’intero evento. È triste pensarci, ma a volte mi succede quando viaggio e torno in un posto. In effetti, ricordo sempre il mio paese in modo idealistico. Poi torno e quando me ne rendo conto, la mia cara Buenos Aires non è così cara come la ricordavo. Non è così male come avresti potuto immaginare, però.

Proprio come accade con i libri di storia, i ricordi scritti su carta o nella folle rete appiccicosa della nostra mente, sono relativi. Per questo mi rendo conto sempre di più che non si tratta tanto dei nostri ricordi, ma della pace interiore che stiamo costruendo sull’insieme dei ricordi del passato, delle sfide del futuro e dell’avventura di vivere il presente .

Chi siamo veramente

Guardarsi allo specchio è un’arte. Fallo. Pensa a chi sei oggi e prova a vivere la vita come sei oggi. In breve, chiudere una fase della vita è cercare di migliorare chi sei, perché, senza dubbio, chi sei oggi è tutto ciò che hai. Comprendere questo ci darà più tranquillità e sarà un atto di generosità con la nostra mente così stanca di pensare e pensare.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.